Roma in un giorno sembra una sfida! E invece vi racconto come ho organizzato la mia giornata a Roma. In sole 24 ore ho visitato tantissimi monumenti e passeggiato per le strade della Capitale. Un’esperienza ricca di bellezza e sorprese. Siamo partiti nel pomeriggio di venerdì con un comodissimo Frecciarossa che ci ha portati a Roma Termini e ripartiti esattamente 24 ore dopo.

Roma in un giorno, per prima cosa scegliete la location dell’hotel!

Il colosseo da palazzo Manfredi

Il Colosseo dall’Hotel Palazzo Manfredi – Vista dalla mia camera

Fondamentale è stato aver scelto un albergo che mi ha consentito di muovermi velocemente fra i luoghi che desideravo visitare. La location della vostra sistemazione a Roma quindi è senz’altro la chiave per organizzare al top il vostro soggiorno. Io ho scelto l’hotel Palazzo Manfredi, ubicato in Via Labicana, proprio davanti al Colosseo, in fondo alla Via dei Fori imperiali. Mi ero infatti prefissata di vistare la Domus Aurea, il Parco Archeologico del Colosseo, i Musei Capitolini e la Piazza del Campidoglio. Ma non solo, nel mio programma avevo incluso anche le piazze e le fontane di Roma. Adesso vi racconto quindi le tappe del mio breve soggiorno romano.

Roma in un giorno, a spasso per le vie della Capitale

Il mio pomeriggio ha quindi inizio verso le 16 dopo aver depositato i pochi bagagli in hotel. Il clima a Roma è spesso gradevole. Questa soleggiata giornata di fine febbraio ci ha dato un assaggio di primavera e ci ha consentito di passeggiare a lungo per le strade di Roma illuminate da un caldo sole. La nostra passeggiata inizia ai piedi del Colosseo che sempre riesce a stupirmi per la sua grandiosità e imponenza. Camminiamo lungo la Via dei Fori Imperiali.

Foro Romano

Foro Romano

Roma sembra esplodere di vita. Un ristorante con tantissimi tavolini all’aperto. Guardiamo incuriositi. Non c’è un tavolo libero e stanno servendo piatti di bucatini all’amatriciana alle cinque del pomeriggio. Non esistono orari in questa unica città. Lungo la Via dei Fori Imperiali, c’è chi canta o balla per una moneta, musica ovunque, mimi e pittori da strada. Da qui ci affacciamo ad ammirare i bellissimi resti romani dei vari Fori. Il Foro di Nerva e quello di Augusto sono quelli che più mi hanno colpito. In particolare quelle di Augusto, situato proprio in continuità con i Mercati di Traiano. Un’atmosfera quasi surreale, una città antichissima che si interseca con la Roma barocca!

Il Foro di Traiano e la Colonna di Traiano: il passaggio dal mondo antico a quello moderno

Mercati di Traiano

Mercati di Traiano

Camminiamo fino a raggiungere la Colonna Traiana. Costruita per celebrare i successi di Traiano che conquista la Dacia. Altissima e finemente decorata, quasi un ricamo che si avvita a spirale fino alla sommità. E’ in questo punto, accanto ai resti della Basilica Ulpia, che la struggente città antica si fonde con le cupole tardo barocche.

La grandiosità della Città Eterna esplode ovunque. Arrivando da Via del Corso Il Complesso del Vittoriano è davvero impressionante, immenso bianchissimo a contrasto con le antiche rovine romane. E noi ci spostiamo sempre passeggiando per le affollate strade di Roma. Auto, passanti, bus, taxi, tutto si muove in fretta e noi insieme alla città viva e frenetica. Alziamo gli occhi per ammirare i grandi palazzi dalle facciate riccamente decorate, dipinte di differenti colori pastello. Tutti belli e tutti diversi, testimoni della potenza delle ricche famiglie romane che li hanno abitati. Lasciamo il traffico e ci perdiamo per viuzze tortuose e affollate solo dai turisti.

E poi, come di incanto, infondo ad una di queste strette strade, vedo il bianco marmo di una fontana. Pochi metri e davanti agli occhi si spalanca la meraviglia di Fontana di Trevi. Sentiamo il forte rumore dell’acqua. La fontana è compressa fra i palazzi e la folla. Qualche foto e poi via verso Piazza di Spagna.

Qui un pullulare di turisti che si ammassano sulla scalinata di Trinità dei Monti illuminata dalla luce dorata del tramonto. Un chiosco di fiori, tanti caffé, i negozi lussuosi, le gelaterie e poi la Fontana della Barcaccia. Circondata da turisti incuriositi, mi è sempre sembrata un po’ malinconica e romantica allo stesso tempo soprattutto al tramonto.

Colonna Aureliana

Colonna Aureliana

Comincia a scendere la notte e quindi torniamo indietro. A piedi lungo Via del Corso. Improvvisamente alla nostra destra si apre una grande piazza. E alla luce della luna, un’altra altissima colonna. Mi informo, è la Colonna Aureliana. Altrettanto bella, decorata con bassorilievi questa volta decisamente più aggettanti di quelli della Colonna Traiana con un effetto di chiaroscuro più evidente. Di fronte la Galleria Alberto Sordi. Roma ti sorprende sempre.

Roma in un giorno, una passeggiata sotto le stelle

Piazza Navona - Fontana dei 4 Fiumi

Piazza Navona – Fontana dei 4 Fiumi

Ci prepariamo per la cena. In taxi raggiungiamo Largo Febo, dove abbiamo un tavolo prenotato al ristorante Santa Lucia. Una cena rilassante, il piatto che consiglio sono i maltagliati ai calamari e pecorino e i tagliolini al tartufo bianco. Infine, l’ultima parte della serata. In due minuti a piedi dal ristorante raggiungiamo Piazza Navona.

Ogni volta che arrivo in questo luogo penso a quanto questa piazza sia davvero unica nel suo genere. Per la sua forma, le sue importanti dimensioni, gli innumerevoli ristoranti e bar illuminati anche a tarda notte e le due fontane, quella del Moro e l’imponente Fontana dei Quattro Fiumi. Passeggiamo ancora per poi rientrare in hotel.

Colosseo di Notte

Colosseo di Notte

Qui ci aspetta l’inedito spettacolo del Colosseo illuminato dalla luna e dalla luce artificiale. Il traffico intorno all’anfiteatro che non si ferma mai.

Roma in un giorno, in prima mattina la Domus Aurea

Ingresso Domus Aurea

Ingresso Domus Aurea

Ci svegliamo in una Roma diversa. Il sole splende anche oggi, ma il vento soffia fortissimo. Ma noi corriamo impavidi verso la Domus Aurea. A pochi passi dal Colosseo, saliamo su una verde collina per iniziare questa straordinaria visita guidata alla scoperta della più grande dimora imperiale dell’antica Roma. La residenza di Nerone. La visita si svolge all’interno e all’esterno e veniamo dotati di visori multimediali che ci consentono di vedere come si presentava un tempo questa lussuosissima dimora imperiale.

Roma in un giorno, il Colosseo non può mancare

Colosseo visto dalla Domus Aurea

Colosseo visto dalla Domus Aurea

Abbiamo poco tempo. Scendiamo in fretta verso il Colosseo per entrare a visitare il monumento. All’ingresso principale del Colosseo c’è una confusione pazzesca. Una dozzina di persone con giubbotti che ti fanno pensare appartengano allo staff del Colosseo, ci fermano e ci propongono di partecipare a dei tour guidati per saltare la coda. Capisco che in realtà non sono dello staff, ma ragazzi che cercano di attrarre i turisti confusi dal ressa. Con il pretesto di aiutarli, cercano di venderti un biglietto a prezzo maggiorato oppure ti convincerti a partecipare ad un loro tour di gruppo.

Visitatori in fila al Colosseo

Visitatori in fila al Colosseo

Alla fine arriviamo all’ingresso. Sulla destra una lunghissima coda di turisti in attesta e a sinistra la transenna riservata a coloro che hanno la prenotazione al Colosseo. Sollevati, ci infiliamo in questo percorso e in pochi attimi arriviamo ai controlli di sicurezza. Ci vogliono circa 10 minuti di attesa. I metal detector sono solo due e i controlli adesso molto scrupolosi.

Interno Colosseo

Interno Colosseo

Finalmente siamo dentro. Il vento che sferzava fortissimo fuori sembra essere più sopportabile. Davanti a noi si apre il grandioso spettacolo delle gradinate rossastre dell’immenso anfiteatro.

Salendo al secondo ordine di palchi, lo spettacolo è ancora più stupefacente. In basso vediamo l’area dell’arena, accessibile solo a coloro che hanno prenotato un dei tour speciali organizzati direttamente dall’amministrazione del Colosseo e cioè quello che include i sotterranei e quello che include il Belvedere. Possiamo infatti vedere i turisti che stanno partecipando appunto al tour del belvedere in alto, sono saliti fino al quinto anello!

Nelle galleria interne del secondo piano ci soffermiamo a vedere l’allestimento della mostra temporanea intitolata “Roma Universalis l’impero e la dinastia venuta dall’Africa”. Questa mostra è dedicata appunta alla dinastia di imperatori dei Severi.

Arco di Costantino

Arco di Costantino

La nostra visita prosegue verso il Foro Romano che percorriamo in fretta a causa del vento troppo forte. Ancor prima di entrare al Foro, ci soffermiamo di fronte all’Arco di Costantino, situato proprio tra il Colosseo e il Foro Romano. L’Arco di Costantino è forse l’arco trionfale romano meglio conservato. Tutti questi siti e monumenti sono molto vicini fra loro e questo ci ha permesso di visitare la Domus Aurea, il Colosseo, l’Arco di Costantino e il Foro Romano in una mezza giornata.

Roma in un giorno, i Musei Capitolini e la Piazza del Campidoglio

Piazza del Campidoglio

Piazza del Campidoglio

Il nostro tour della Roma Antica non è ancora terminato. Infatti, sempre a piedi, raggiungiamo i Musei Capitolini. I Musei Capitolini sono ospitati in due splendidi palazzi in Piazza del Campidoglio. La famosa piazza fu progettata da Michelangelo Buonarroti e rappresenta una degli esempi più eleganti di piazza rinascimentale. La piazza è raggiungibile a piedi dal Foro Romano, percorrendo Via dei Fori Imperiali. Il tempo di percorrenza è di soli 10 minuti. Importante è conoscere la strada più breve. In realtà si tratta di una ripida scalinata che sale proprio dietro il complesso del Vittoriano e permettere di accedere alla famosa piazza michelangiolesca in pochi minuti.

Restiamo rapiti dalla splendida piazza ma presto il vento ci costringe ad entrare all’interno del Palazzo dei Conservatori, Questo ospita grand parte delle collezioni capitoline. Prima però di dedicarci all’esposizione ci concediamo una rapida pausa pranza presso la caffetteria dei musei situata al secondo piano. Propio dalla caffetteria dei Musei Capitolini si può accedere alla terrazza panoramica che si affaccia sulla Capitale. Uno spettacolo unico davvero da non perdere. Per avere consigli utili su come organizzare la visita ai Musei Capitolini clicca qui!

Musei Capitolini

Musei Capitolini

L’esposizione al primo piano comprende una parte di pinacoteca e saloni affrescati di rara bellezza e imponenza decorativa. Il cuore del museo è senz’altro il salone centrale dal soffitto a vetri, di recente realizzazione che ospita l’originale della statua equestre di Marco Aurelio e altre due sculture, la colossale testa di Costantino e quella del leone che azzanna il cavallo.

Infine proseguiamo verso i corridoi laterali per ammirare le innumerevoli sculture in marmo, i fregi, gli enormi vasi di marmo e crateri policromi in terracotta. La cosa che più mi ha colpito è l’armonia dell’allestimento e la bellezza di questi resti così ben conservati ed elegantemente presentati.

Roma in un giorno, cosa è mancato?

Il nostro soggiorno romano sta per concludersi. Pertanto stanchi ma soddisfatti rientriamo a Firenze. In 24 ore abbiamo visto tanto della Roma Antica e della Roma Barocca. Però rientiamo chiedendoci cosa dobbiamo mettere in calendario per il nostro prossimo appuntamento a Roma.

In cima alla nostra lista senz’altro Galleria Borghese e il suo famoso parco. Uno sguardo quindi alla pittura e all’architettura barocca ci aspetta insieme al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, un’altra imperdibile tappa romana per gli amanti dell’arte antica!